vini-d’italia-2021,-la-toscana-fa-90
Spread the love

“Vini d’Italia 2021”: nella guida del Gambero Rosso la Toscana si aggiudica il primo posto per numero di vini 3 Bicchieri, con ben 90 etichette.

Gambero Rosso: 90 vini toscani con Tre Bicchieri nella guida 2021

La Toscana nuovamente sul podio della guida del Gambero Rosso “Vini d’Italia”. Le anticipazioni dell’edizione 2021 vedono la nostra regione in testa con il maggior numero di etichette che si sono aggiudicate gli ambitissimi Tre Bicchieri. Non una novità tra l’altro, trattandosi del secondo anno consecutivo di tale primato, confermando l’unicità di questa terra magica.

Anteprima della guida Vini d'Italia 2021 del Gambero Rosso

“Vini d’Italia” Gambero Rosso: la guida al vino italiano più diffusa nel mondo

Un risultato da sbandierare senza pudore, essendo “Vini d’Italia” del Gambero Rosso una delle più autorevoli e influenti guide italiane relative al mondo del vino. Ogni anno recensisce circa 20.000 vini delle più significative cantine del paese. A ciascun vino viene attribuito un punteggio in bicchieri, da un minimo di 1 a un massimo di 3.

Una giuria di giornalisti internazionali

La giuria è normalmente composta da una delegazione di giornalisti di provenienza internazionale, a conferma dell’attenzione che la guida riceve anche dall’estero. Attualmente è tradotta in inglese, tedesco, giapponese e cinese ed è la pubblicazione sul vino italiano più diffusa al mondo.

Tavolo di giuria a una degustazione professionale di vino

Vino toscano: grandi annate e talento

Il fatto che la Toscana domini la scena con ben 90 vini 3 bicchieri deve a ragione, farci sentire particolarmente orgogliosi di questo risultato. Complici sicuramente alcune annate stellari, come la 2015 e la 2016 per le selezioni e le Riserve, e le comunque molto buone 2017 e 2018, più calda la prima, più ventilata la seconda.

Secondo la guida ai vini del Gambero Rosso 2021 è dunque in Toscana che i migliori talenti enologici del paese possono sfidarsi a suon di passione e grande professionalità. È qui in Toscana che i grandi gruppi enologici fanno la storia e alcune delle famiglie più grandi producono vini che il mondo intero ci invidia. Chianti Classico, Montalcino, Bolgheri e Maremma, colline leggendarie il cui prestigio enoico echeggia ormai indiscusso per mari e terre anche lontane.

👉 Leggi ancheMasseto 2015 e Solaia 2015: nell’olimpo di Robert Parker con 100 punti su 100

Verticale di Brunello di Montalcino Biondi Santi a Torino

Gambero Rosso: i vini toscani Tre Bicchieri

Vediamo nel dettaglio come si sono distribuite sul territorio toscano questi 90 vini 3 bicchieri Gambero Rosso, zona per zona.

I primi classificati: Chianti Classico e Montalcino

È il Chianti Classico in testa con 22 bottiglie premiate, confermandosi punto di riferimento indiscusso della tradizione vitivinicola toscana, seguito da Montalcino, che quest’anno vede 18 Brunello con Tre Bicchieri, il miglior risultato di sempre.

Gli altri 3 bicchieri toscani

Seguono Bolgheri con 8,  la Maremma con 7, Montepulciano con 5 tutti dedicati al Vino Nobile, San Gimignano e la sua Vernaccia con 3, Scansano e il Morellino con 2, Carmignano con 2, Montecucco con 2, Chianti Rufina con 1.

Numerosi gli IGT sparsi su tutto il territorio, indicazione che comprende tra gli altri i Supertuscan, vini toscani che hanno contribuito come pochi al prestigio mondiale della Toscana enoica.

Bottiglie di Sassicaia, uno dei vini toscani più famosi e più pregiati

Vini toscani 3 bicchieri, vecchie e nuove conoscenze

La lista dei vini Tre Bicchiere della Toscana, produttore per produttore, in ordine alfabetico, la trovate in calce a questo articolo. Riconoscerete sicuramente nomi ed etichette storiche, cantine che sono già apparse nelle vecchie edizioni della guida ai vini del Gambero Rosso.

Le new entry 2021 e una selezione di bottiglie da provare

In Vini d’Italia 2021 sono solo 7 infatti le new entry – Bertinga, Bibbiano, Caiarossa, Casisano, La Madonnina, San Polo e Ridolfi -. Noi di TuscanyPeople ne abbiamo selezionate tre, ognuna per un motivo diverso, scegliendo due classiche DOCG e una meno nota IGT. Qui sotto vi raccontiamo qualcosa di più.

👉 Leggi anche: Vini rossi toscani: il decalogo per scegliere la giusta bottiglia

Le aste di vini vedono protagonisti i vini toscani

Il Fengui Shui di Caiarossa: 3 bicchieri per la prima volta

Iniziamo proprio con l’IGT, una delle indicazioni geografiche tipiche toscane che per la prima volta entra nella rosa dei vini del Gambero Rosso con Tre Bicchieri.

L’azienda vitivinicola Caiarossa

Si tratta di un vino rosso prodotto tra Volterra e Pisa, da una cantina biodinamica che segue i principi del Feng Shui e che per quest’etichetta ha assemblato quattro vitigni diversi.

Il logo dell’azienda è un’antica testa di argilla di origine etrusca: ritrovata vicino a Volterra, raffigura il Dio Dionisio. Il nome Caiarossa si ispira a Gaia, madre di tutti gli Dei dell’Olimpo, e al colore della terra dove sorge l’azienda, rossa appunto perché ricca di diaspro.

Caiarossa sposa l’approccio biodinamico in vigna, mentre la cantina è un connubio di avanguardia, estetica, praticità: nulla è lasciato al caso. I colori conciliano il benessere psicofisico, gli spazi sono orientati in base al movimento della terra intorno al sole, i campi elettromagnetici ed elettrostatici vengono scaricati a terra, l’areazione è naturale, così come i materiali che compongo l’intera struttura.

Aria di Ciarossa: vino toscano 3 Bicchieri

Si chiama Aria di Caiarossa la bottiglia che si è fregiata del riconoscimento massimo del Gambero Rosso. Annata 2016, si distingue per la sua freschezza ed equilibrio. Cabenert Franc, Merlot, Syrah e Cabernet Sauvignon la sua composizione ampelografica. Si tratta di un vino morbido, balsamico e caratterizzato da tannini di grande qualità.

Aria di Caiarossa è una new entry tra i vini della Toscana 3 bicchieri Gambero Rosso

L’azienda San Polo e il suo Brunello 3 bicchieri Gambero Rosso

Siamo nella terra del Brunello, e Vignavecchia 2015 dell’azienda San Polo è uno dei 18 Brunello che ha ottenuto dal Gambero Rosso i Tre Bicchieri.

Azienda San Polo: etica e bio sulle colline di Montalcino

A Poggio San Polo si valorizzano le potenzialità del territorio, puntando sia su ricerca e qualità che cercando di creare uno spazio etico e responsabile, dove l’opera dell’uomo e il contesto naturale si sostengono reciprocamente, in armonia e virtuosità.

Certificata biologica, San Polo si impegna anche nella difesa della dimensione paesaggistica la cui bellezza è di forte ispirazione in primis nella produzione dei loro vini. Il completo interramento garantisce isolamento termico totale; i termolabirinti sotterranei raffreddano l’aria esterna prima di immetterla in cantina; la forma dei soffitti convoglia l’aria calda ai lati delle stanze dove viene espulsa attraverso camini solari; il rivestimento in pietre porose dell’area dell’invecchiamento regola l’accumulo e il rilascio dell’umidità.

Vignavecchia 2015, Brunello da Tre Bicchieri 

Azienda vitivinicola integrata con il territorio, la sostenibilità delle pratiche agricole e la passione per queste colline sublimano in fine estetica e bottiglie di grande qualità.

Vignavecchia 2015, uno dei Brunello di Sanpolo, nasce da viti di 30 anni esposte ad ovest, dove il Galestro arricchisce il terreno e la brezza del mare aggiunge sapidità e serbevolezza. Bottiglia da aprire per un’occasione speciale, è capace di far fronte allo scorrere del tempo con forza e decisione.

Tappi di Brunello Vignavecchia 2015, 3 Bicchieri Gambero Rosso 2020

Val delle Corti: un Chianti Classico da Tre Bicchieri

Siamo a Radda in Chianti. Val delle Corti è una piccola realtà a conduzione familiare: 5 ettari di vigneto specializzato, di proprietà, due ettari di vigneto in affitto e circa 600 olivi costituiscono questa piccola proprietà.

La coltivazione è in regime biologico certificato ma prende anche degli elementi dal biodinamico. Dai vigneti, di età compresa tra i 40 e i 4 anni, vengono prodotti 5 vini tra cui il Chianti Classico 3 Bicchieri della guida “Vini d’Italia 2021“.

Il Chianti Classico 3 Bicchieri di Val delle Corti

La bottiglia che ha ottenuto il riconoscimento del Gambero Rosso, è un 2017, Sangiovese quasi in purezza, fresco e fruttato, di grande bevibilità. A Val delle Corti le terre vengono vissute come ospiti, dove rispetto e discrezione, osservazione e comprensione del contesto spingono i coniugi Bianchi a sintetizzarne la massima espressione.

Storia di un ‘azienda di famiglia

L’azienda fu fondata da Giorgio Bianchi, padre di Roberto, come coronamento di un sogno: lasciare Milano e trasferirsi nel nostro meraviglioso Chianti. Correva però l’anno 1974 e la zona era certo bellissima, ma selvaggia e fuori dagli itinerari turistici. Con passione e tanta fatica fu ristrutturato il casolare abbandonato, le vigne furono ripiantate e la piccola cantina costruita ex novo.

Il loro motto è: “Non cambiar nulla perché tutto cambi“. Umili e sobri, si sono fatti notare anche dalla stampa internazionale – Wine Advocate nel 2017 – per culminare col prestigioso riconoscimento del Gambero Rosso.

👉 Leggi anche: Saranno famosi: eccellenti vini toscani da scoprire

Vini dell'azienda Val delle Corti di Radda in Chianti

Toscana: i 90 vini Gambero Rosso da Tre Bicchieri 

Vi presentiamo qui la lista dei 90 vini toscani che hanno ottenuto 3 Bicchieri nella guida “Vini d’Italia 2021” del Gambero Rosso. Le etichette sono elencate in ordine alfabetico.

Lettera A

Alessandro Dal Borro Syrah ’16 – Il Borro | Aria di Caiarossa ’16 – Caiarossa | Baron’Ugo ’16 – Monteraponi

Bolgheri 3 Bicchieri Gambero Rosso 2021

Bolgheri Rosso Rute ’18 – Guado al Melo | Bolgheri Rosso Sup. Grattamacco ’17 – Grammatico | Bolgheri Rosso Sup. Le Gonnare ’17 – Fabio Motta | Bolgheri Rosso Sup. Ornellaia ’17 – Ornellaia | Bolgheri Rosso Villa Donoratico ’18 – Tenuta Argentiera | Bolgheri Rosso Volpolo ’18 – Podere Sapaio | Bolgheri Sup. Sassicaia ’17 – Tenuta San Guido | Bolgheri Varvàra ’18 – Castello di Bolgheri 

Brunello 3 Bicchieri Gambero Rosso 2021

Brunello di Montalcino ’15 – Baricci | Brunello di Montalcino ’15 – Camigliano | Brunello di Montalcino ’15 – Casisano | Brunello di Montalcino ’15 – Le Chiuse | Brunello di Montalcino ’15 – Donatella Cinelli Colombini | Brunello di Montalcino ’15 – Tenuta Fanti | Brunello di Montalcino ’15 – Le Macioche | Brunello di Montalcino ’15 – Poggio di Sotto | Brunello di Montalcino ’15 – Ridolfi | Brunello di Montalcino ’15 – Tenuta di Sesta |

Brunello di Montalcino Giodo ’15 – Giodo | Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie ’15 – Il Marroneto | Brunello di Montalcino Ripe al Convento di Castelgiocondo Ris. ’14 – Castelgiocondo | Brunello di Montalcino Tenuta Nuova ’15 – Casanova di Neri | Brunello di Montalcino V. del Suolo ’15 – Argiano | Brunello di Montalcino V. Schiena d’Asino ’15 – Mastrojanni | Brunello di Montalcino V. Spuntali ’15 – Val di Suga | Brunello di Montalcino Vignavecchia ’15 – San Polo.

Lettera C (escluso Chianti)

Campo di Camagi Cabernet Franc ’18 – Tenuta di Trinoro | Carmignano Ris. ’17 – Tenuta Le Farnete – Cantagallo | Carmignano Ris. ’17 – Piaggia | Cepparello ’17 – Isole e Olena |Colline Lucchesi Tenuta di Valgiano ’16 – Tenuta di Valgiano | Cortona Syrah ’17 – Stefano Amerighi | Costa dell’Argentario Ansonica ’19 – Tenuta La Parrina

Chianti 3 Bicchieri Gambero Rosso 2021

Chianti Cl. ’18 – Badia a Coltibuono | Chianti Cl. ’18 – Castello di Radda | Chianti Cl. ’18 – San Felice | Chianti Cl. ’17 – Val delle Corti | Chianti Cl. Ama ’18 – Castello di Ama | Chianti Cl. Ducale Ris. ’17 – Ruffino | Chianti Cl. Gran Selezione Capraia Effe 55 ’16 – Rocca di Castagnoli | Chianti Cl. Gran Selezione Colledilà ’17 – Barone Ricasoli | Chianti Cl. Gran Selezione Il Poggio ’15 – Castello di Monsanto | Chianti Cl. Gran Selezione Valiano 6.38 ’16 – Tenute Piccini | Chianti Cl. Gran Selezione Vign. di Campolungo ’16 – Lamole di Lamole |

Chianti Cl. Gran Selezione Villa Rosa ’17 – Famiglia Cecchi | Chianti Cl. Lamole ’18 – I Fabbri | Chianti Cl. Montaperto ’17 – Fattoria Carpineta Fontalpino | Chianti Cl. Ris. ’17 – Tenuta di Arceno | Chianti Cl. Ris. ’17 – Bibbiano | Chianti Cl. Ris. ’17 – Castello di Albola | Chianti Cl. Ris. ’17 – Castello di Volpaia | Chianti Cl. Ris. ’17 – Tenuta di Lilliano | Chianti Cl. Tenuta S. Alfonso ’18 – Rocca delle Macìe | Chianti Cl. V. Istine ’18 – Istine | Chianti Cl. Vallenuova ’18 – Tolaini | Chianti Rufina Nipozzano Ris. ’17 – Frescobaldi.

Lettere D + G + I

Duemani ’17 – Duemani | Guardiavigna ’16 – Podere Forte | I Sodi di San Niccolò ’16 – Castellare di Castellina | Il Pareto ’17 – Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari.

Lettera L

La Gioia ’16 – Riecine | La Madonnina ’17 – La Madonnina | La Regola ’17 – Podere La Regola | Le Pergole Torte ’17 – Montevertine.

Lettera M

Maremma Toscana Alicante Oltreconfine ’18 – Bruni | Maremma Toscana Baffonero ’17 – Rocca di Frassinello | Montecucco Rosso Sidus ’17 – Pianirossi | Montecucco Sangiovese Poggio Lombrone Ris. ’16 – Colle Massari | Monteti ’16 – Tenuta Monteti | Morellino di Scansano Calestaia Ris. ’16 – Roccapesta | Morellino di Scansano Madrechiesa Ris. ’16 – Terenzi

Lettera N, continuano i vini toscani da 3 Bicchieri

Nambrot ’17 – Tenuta di Ghizzano | Nobile di Montepulciano ’17 – Salcheto | Nobile di Montepulciano ’17 – Tenute del Cerro | Nobile di Montepulciano I Quadri ’17 – Bindella | Nobile di Montepulciano Il Nocio ’16 – Boscarelli | Nobile di Montepulciano Le Caggiole ’17 – Poliziano.

Lettera O + P + S

Oreno ’18 – Tenuta Sette Ponti | Orma ’18 – Orma | Paleo Rosso ’17 – Le Macchiole  | Pinot Nero ’17 – Podere della Civettaja | Solaia ’17 – Marchesi Antinori.

Lettera V

Valdarno di Sopra Merlot Galatrona ’17 – Fattoria Petrolo | Vernaccia di S. Gimignano Carato ’17 – Montenidoli | Vernaccia di S. Gimignano Ris. ’16 – Panizzi | Vernaccia di San Gimignano L’Albereta Ris. ’17 – Il Colombaio di Santa Chiara | Volta di Bertinga ’16 – Bertinga.

 

📍 PER APPROFONDIRE:

👉 Vini toscani famosi nel mondo: impressionante varietà d’eccellenza 

👉  Vini rosati: l’apostrofo rosa tra le parole vino e Toscana

👉  Vini bianchi toscani, il lato chiaro della forza

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Foto 1 ©GamberoRosso | Foto 6 ©Caiarossa | Foto 7 ©SanPolo | Foto 8 ©ValDelleCorti
Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

L’articolo Vini d’Italia 2021, la Toscana fa 90 proviene da TuscanyPeople.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *