Spread the love

Zona ritrovamento Alta Langa e Barolo.

Descrizione

Il tartufo Bianco d’Alba è sicuramente il più rinomato al mondo per rarità, profumi, storia e tradizione culinaria. Attraverso un progetto di valorizzazione del territorio e dei saperi locali abbiamo creato una squadra di Tartufai di cui ci facciamo portavoce per la vendita del prodotto fresco. Ogni tartufo bianco d’Alba è cavato in Alta Langa (sede della nostra azienda agricola), dove quotidianamente i boschi ci offrono i frutti delle loro radici. La disponibilità e il prezzo variano a seconda delle stagioni, più o meno fruttuose che siano. Dal momento che possiamo definirci “artigiani” del settore curiamo ogni minimo dettaglio: la conservazione e la spedizione avvengono in tempi brevissimi, dando la possibilità al consumatore di godere del fungo appena colto.

Accompagnamo il nostro progetto di vendita e di valorizzazione del mestiere del tartufaio attraverso cerche guidate al tartufo bianco d’Alba; grazie a queste avrete l’occasione di sporcarvi le mani cavando i nostri tartufi, accompagnati dall’infallibile olfatto dei nostri cani. 

Il tartufo bianco d’Alba 

Caratteristiche: é il tartufo più pregiato, noto in tutto il mondo per i propri profumi e aromi. Le dimensioni possono variare da pochi grammi di peso fino, in casi eccezionali, al superamento del chilogrammo. Le venature interne mutano dal bianco al maronne nocciola, a seconda delle radici della pianta che l’hanno nutrito durante il periodo di maturazione. I tartufi bianchi Emporio Qualità sono cavati esclusivamente entro terreni privati sulle colline delle Langhe e della provincia di Cuneo.

Ricette e consigli per l’uso: per quanto riguarda l’utilizzo del tartufo bianco bisogna tenere in considerazione prima di tutto il metodo di conservazione. Il bianco pregiato, così come i propri fratelli funghi ipogei, viene colto al culmine del periodo di maturazione (il profumo intenso e pungente è l’indicatore del suo raggiungimento ottimale), pertanto il rischio di un attacco fungino è elevato. Consigliamo dunque di avvolgerlo in un panno di carta assorbente e di riporlo in frigorifero fino al consumo, sostituendo l’involucro una volta ogni due giorni. Il termine massimo di conservazione dalla raccolta è di circa 20 giorni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *