Spread the love

Con un blocco su di loro, Maureen e Colin Binns pensarono che non avrebbero avuto mercato per le centinaia di tartufi che maturavano nel loro truffiere di Te Puke.

“Abbiamo avuto molti tartufi l’anno scorso e quest’anno sembrava che avessimo da tre a quattro volte più tartufi rispetto allo scorso anno.

“Godendo del nostro migliore anno di crescita per i tartufi e potenzialmente senza mercato a causa di COVID, ero davvero abbastanza preoccupato”, afferma Maureen. “Saremmo stati persino in grado di vendere qualsiasi tartufo?”

Fortunatamente sono successe tre cose. L’allentamento delle restrizioni COVID e il passaparola hanno aiutato, ma poi Maureen ha scoperto il sito Web Modern Forager, creato da Melissa Woods del Monte Maunganui.

“Stacey Jones di Kitchen Takeover ci ha trovato su Modern Forager e ci ha fatto visita con il suo chef.”

L’incontro e la conseguente collaborazione hanno portato alla degustazione di tartufi esauriti al truffiere.

“Stacey ha usato i nostri tartufi nelle cene dei ristoranti pop-up di Hunter Gatherer. Sono andato alla prima cena, ho parlato di tartufi e la gente è tornata da me da allora. ”

Durante gli eventi del ristorante pop-up, Maureen e Colin accompagnano gli ospiti a caccia di tartufi per il diamante della gastronomia con il loro inglese springer spaniel Jed, mentre il capo chef di Kitchen Takeover, Rob Forsman, evoca deliziose prelibatezze al tartufo per una golosità.

Maureen si considera un’insegnante-bibliotecaria, piuttosto che un commerciante.

“Mi piace aiutare le persone a imparare prima di tutto che in Nuova Zelanda crescono tartufi. Se hai un tartufo, cosa ci fai? Sto provando sempre nuove cose. “

Il sito Web di Modern Forager, creato durante il blocco, è un mercato online per i kiwi che possono acquistare direttamente dai coltivatori, agricoltori e produttori della Nuova Zelanda e hanno richiesto foto e un sito Web affinché il truffiere di Binn sia elencato. Maureen ha completato rapidamente il sito Web che aveva iniziato: www.tepuketruffles.com

Immediatamente ha scoperto che le persone hanno iniziato a contattarla.

“Le cose sono successe, è una meravigliosa storia di comunità”, afferma sulla collaborazione con Modern Forager e Kitchen Takeover.

Per i visitatori in una caccia al tartufo, le piace dare alla gente un assaggio della sua pasta frolla al tartufo, burro al tartufo, brie al tartufo – “che è brie con un sacco di tartufo al suo interno”, così come uova strapazzate al tartufo, sale al tartufo e noci di macadamia al tartufo .

Nel 2008, Colin ha versato 50 tonnellate di calce in un paddock di mezzo ettaro sul blocco dello stile di vita, contribuendo a stimolare il giusto pH. I tartufi neri del Perigord richiedono un pH del terreno elevato – un minimo di 7,8 – mentre i frutti bianchetto a pH del suolo inferiore, tra 6,5 ​​e 7,3.

Una volta preparato il terreno, hanno piantato gli alberi – metà dei quali quercia e il resto nocciola. Il fungo del tartufo esplora il terreno alla ricerca di acqua e sostanze nutritive minerali, che passa lungo l’albero. In cambio, l’albero fornisce zuccheri prodotti attraverso la fotosintesi al fungo. Questa interdipendenza tra l’albero e il fungo è sottile e fragile.

Quest’anno è il loro sesto raccolto.

“I tartufi iniziano a crescere verso novembre o dicembre quando l’albero vuole qualcosa. Il tartufo può dare qualcosa all’albero e l’albero può dare qualcosa al tartufo “, afferma Maureen.

“Il tartufo cresce sulla radice dell’albero fino a circa aprile e può variare tra le dimensioni di una noce e 500 grammi di burro. Quando abbiamo iniziato a ottenere tartufi maturi alla fine di maggio, abbiamo fatto passare il cane e anche se c’erano centinaia di tartufi, indica solo quando sente l’odore di un tartufo maturo. “

Il vantaggio di avere Jed lo spaniel inglese di primavera, piuttosto che un maiale al tartufo, è che non è interessato a mangiare i tartufi una volta che li ha trovati.

Maureen afferma che Colin ha una teoria sul perché le donne in particolare sembrano desiderose di venire alle esperienze del tartufo.

“Le donne adorano l’aroma del tartufo. Quando abbiamo gente qui, sono le donne che continuano a venire, raccogliendo il tartufo e annusandolo. Colin si basa sul fatto che tradizionalmente in Francia, avevi i tartufi nel terreno e trasudano una sorta di odore sudato come un cinghiale che sa che le scrofe sono in fiamme. Le scrofe nella foresta selvaggia vengono e trovano i tartufi, li scavano e li mangiano. Quindi i tartufi riorganizzano le scrofe depositando le loro feci in tutta la foresta. Quindi Colin ritiene che alle donne piaccia l’aroma del tartufo.

“Non sono sicuro di andare completamente d’accordo.”

Le esperienze con Takeover in cucina sono state un successo esaurito con altre pianificate, ma Colin e Maureen si divertono anche a fornire un’esperienza al tartufo a gruppi più piccoli, adattando i tour in base alle esigenze delle persone, in particolare per coloro che potrebbero avere problemi di mobilità.

Nel loro blocco di stile di vita hanno anche messo alberi di ulivo, allevato pecore in altri paddock e hanno sviluppato piccoli frutteti. Crescono ci sono uva, frutto della passione, noci di macadamia, mandorle, cachi, lime, limoni, arance, pompelmo, mandarini, ciliegie, nashis, pere, pesche, feijoas, mirtilli, fragole, lamponi, noci, tamarilli, avocado, prugne e mele.

“Ci sono molti coltivatori di tartufi nella baia di Plenty”, afferma Colin. “E apparteniamo alla New Zealand Truffle Association. Ci sono circa 100 membri in Nuova Zelanda. ”

Nel 2008 non sapevano se il loro truffiere avrebbe avuto successo o meno.

“Ad essere sincero, non mi dispiaceva troppo perché sai, quando stai facendo un esperimento e stai vivendo una vita fantastica, per me in realtà non importa molto di ciò che è successo”, dice Maureen . “Ma il successo di Colin sta producendo tutti i nostri alberi, il che è una cosa piuttosto rara e meravigliosa.”

source: https://theweekendsun.co.nz/news/9343-digging-up-gold-te-puke.html

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *