salami-al-tartufo
Spread the love

20 marzo 2020
By Admin

Il salame al tartufo è sicuramente una delle eccellenze enogastronomiche del nostro Paese più apprezzate. Il suo profumo intenso e il sapore delicato ma deciso lo rendono una prelibatezza unica nel suo genere, sfiziosa e prelibata, perfetta da gustare come antipasto. Vediamo ora come si producono i salami al tartufo e quali sono gli accostamenti culinari ideali per esaltarne il sapore.

La produzione del salame con tartufo

Il salame con tartufo viene prodotto in diverse regioni d’Italia: partiamo dall’Abruzzo e dall’Umbria, con la famosissima zona di Norcia, per poi passare per la Romagna e la Toscana, fino ad arrivare in Piemonte. Le materie prime utilizzate per la produzione del salame al tartufo devono essere rigorosamente di prima qualità: si prediligono carni magre, come la spalla del maiale, abbinate a scaglie di tartufo, bianco o nero, e a un mix di spezie e aromi che impreziosiscono il gusto finale del salume. Questi ingredienti vengono accuratamente dosati e macinati assieme, preferibilmente a grana media per ottenere una consistenza soda e compatta. Sarà poi la fase di asciugatura e di stagionatura a regalare al salame al tartufo il sapore fragrante che lo contraddistingue: questo passaggio avviene in un ambiente ventilato e si svolge in un periodo che varia dai 30 ai 45 giorni.

Come gustare i salami al tartufo

Le proprietà organolettiche dei salami al tartufo rendono questo salume perfetto da gustare come aperitivo, abbinato semplicemente ad una fetta di pane croccante. Il suo gusto così particolare viene esaltato maggiormente se accostato a formaggi, soprattutto quelli stagionati e semi-stagionati. Un’idea per un aperitivo sfizioso è quindi quella di creare un tagliere composto da un mix di formaggi, accompagnati da salame con il tartufo e abbinati ad un eccellente vino rosso.

Questo salume si presta inoltre come ingrediente per numerose ricette. Può essere ad esempio tagliato a dadini e utilizzato in sostituzione del guanciale per preparare un’ottima rivisitazione della carbonara oppure abbinato ai funghi porcini per un primo piatto sfizioso. E per un secondo piatto gustoso? Aggiungete una dadolata di salame al tartufo ad una semplice frittata e anche il secondo è servito!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *