pietrasanta:-record-mondiale-per-densita-di-gallerie-d’arte
Spread the love

Il borgo toscano di Pietrasanta vanta un inusuale record: ha il centro storico con la più alta concentrazione di gallerie d’arte in Italia e, probabilmente, nel mondo: una ogni 40 metri.

Pietrasanta il primo luogo al mondo per densità di opere d’arte

Che Pietrasanta sia il “luogo con la più alta densità di gallerie d’arte” nel mondo, lo sostiene un interessante censimento effettuato dal Comune in collaborazione con le gallerie stesse. Secondo lo studio, il piccolo centro storico del borgo toscano, che risale al XIII secolo, non ha eguali sul pianeta per rapporto gallerie-metri quadrati.

Piazza del Duomo di Pietrasanta al tramonto

Le gallerie d’arte di Pietrasanta

Sono circa 40 gli spazi espositivi, diffusi più o meno lungo 1.600 metri lineari nello sviluppo delle strade cittadine principali. Nel 2015 gli spazi espositivi erano 32. A distanza di cinque anni, si spiega in una nota: “il settore ha continuato a evolversi e crescere grazie all’esuberanza culturale di una città che deve la sua fama alla storica presenza dei più capaci artigiani, di quasi 50 laboratori artistici per la lavorazione del marmo e del bronzo (altro primato nazionale), e alla presenza, in tempi recenti, di grandi artisti contemporanei come Fernando Botero, Jeff Koons, il compianto Igor Mitoraj (per lui un museo è in corso di realizzazione proprio a Pietrasanta), Kan Yasuda e tanti altri che hanno realizzato e continuano a realizzare qui le loro opere“.

Dove si trovano le gallerie nel borgo

Le gallerie sono concentrate soprattutto tra via Stagio Stagi, via del Marzocco, via Garibaldi, via Mazzini e Piazza Duomo divenuta negli ultimi decenni la principale sala espositiva naturale della città storica.

Il Museo dei Bozzetti nel cento storico di Pietrasanta in Versilia

Importante Distretto dell’Arte in Toscana

Nel corso degli anni Pietrasanta ha sviluppato spontaneamente un Distretto dell’Arte oggi caratterizzato dalla presenza di numerosi spazi espositivi collegati alla grandissima vivacità artistica e culturale che la città ha saputo con pazienza far germogliare e valorizzare a fini turistici.” – chiarisce il sindaco Alberto Stefano Giovannetti.

Un vero museo a cielo aperto

Pietrasanta è un modello. È un museo a cielo aperto, la capitale della scultura contemporanea, una frizzante realtà internazionale dove si respira tutto l’anno arte, storia e cultura e dove organizziamo e patrociniamo 120 eventi complessivamente. L’accesso ai musei cittadini, quattro in poche decine di metri, è gratuito e così anche l’accesso alle mostre d’arte che continuamente ruotano negli spazi pubblici dell’ex convento, della Sala del San Leone, della Sala delle Grasce o della Piazza Duomo”.

Cosa è la Collector’s Night di Pietrasanta

Tra gli eventi più importanti, che esaltano e valorizzano questo primato, c’è la Collector’s Night (la Notte dei Collezionisti), organizzata dalle gallerie aderenti all’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea che ogni estate richiama così tanti collezionisti e appassionati d’arte da tutto il mondo.

Le gallerie propongono, lungo l’intero arco dell’anno, eventi espositivi, mostre ed iniziative che promuovono artisti e progetti contemporanei e che hanno una straordinaria funzione di richiamo per tanti turisti.

Pietrasanta è certamente un piccolo grande miracolo” – spiega Claudio Francesconi, referente delle gallerie di Pietrasanta – dovuto alla convergenza unica di più elementi che sono storici, esperienziali, umani e ambientali. Il connubio tra la città e l’arte è nato nei decenni, dai primi artisti che venivano da lontano fino alle ultime importanti gallerie che hanno deciso di aprire qui una nuova sede. Il mercato dell’arte fa il resto. Chi ama o cerca arte qui la trova tutto l’anno.”

👉 Leggi anche: Pietrasanta, il borgo toscano dall’anima di marmo

Statua di Igor Mitoraj nel borgo toscano di Pietrasanta

Il Parco della Scultura a Pietrasanta

Sempre restando sull’arte, una delle attrazioni più particolari di Pietrasanta è il Parco della Scultura, un museo a cielo aperto con oltre 60 opere firmate da artisti di fama mondiale che si snoda per piazze, strade e giardini fino a Capezzano Monte. Tra queste, il Pugilatore di Francesco Messina in via Garibaldi, Il Guerriero di Fernando Botero in Piazza Matteotti, La chiave del sogno di Yasuda, Il centauro di Igor Mitoraj, Le Tre Grazie di Anne-Claire Van Den Elshout.

Altri musei del borgo versiliese

È inoltre allo studio la realizzazione del Museo Mitoraj e l’ampliamento del Museo dei Bozzetti, oltre a corsi di specializzazione diretti alla formazione in ambito scultoreo, presso la Fondazione Centro Arti Visive di Pietrasanta, in collaborazione con l’Università di Pisa, la Troy University, AL, e l’International Sculpture Center, NJ.

Statua Three Girls nel centro storico di Pietrasanra

Il Parco della Versiliana

Ennesimo vanto della cittadina è il Parco La Versiliana, 80 ettari di bosco secolare, testimonianza dell’antica Macchia di Marina, una selva di querce, lecci e ontani che si srotolava lungo il litorale. L’elegante villa padronale – ribattezzata La Versiliana dallo scrittore Renato Fucini – nacque nell’Ottocento da una felice intuizione dei conti Digerini Nuti, che la dotarono perfino di un avventuroso imbarcadero su palafitte. In poco divenne una residenza estiva tra le più amate dall’élite culturale dell’epoca, buen retiro di intellettuali e scrittori come Gabriele D’Annunzio.

Dal 1980 il Parco è la cornice del Festival estivo La Versiliana, giunto quest’anno alla 41esima edizione, dedicato a musica, danza, cabaret, spettacoli con cene a tema (nel nuovo spazio della Fabbrica dei Pinoli) e arte, con un fitto calendario di eventi, insieme ai celebri incontri quotidiani al Caffè.

👉 Leggi anche: Parco della Versiliana: ispiratore di rime e versi di Gabriele d’Annunzio

Il Parco della Versiliana, tra Pietrasanta e Forte dei Marmi, è uno spazio di verde pubblico ricco di storia, per eventi estivi all'aperto

La «Piccola Atene della Versilia»

Per tutto questo Pietrasanta è considerata la «Piccola Atene della Versilia», crocevia di artisti e scultori di fama mondiale e destinazione ideale per concedersi una fuga dalla quotidianità a regola d’arte, regalandosi un weekend ad alto tasso di creatività. L’emozione di passeggiare tra le opere d’arte, l’atmosfera rilassata del centro cittadino, i festival in musica, i concept store fuori dagli schemi e le botteghe tradizionali: ecco i consigli per godersi al meglio ogni istante nella celebre località toscana.

Ah, caro amico lettore, città toscana che vai, meraviglia che trovi. Perché non ci narri la bellezza della tua città? La prospettiva di un abitante è sempre diversa. Scrivici a redazione@tuscanypeople.com oppure lascia un commento su uno dei nostri canali social… Instagram, Facebook o LinkedIn.

📍PER APPROFONDIRE:

👉 Versilia on my mind: i più bei borghi da visitare

👉 L’oro delle Alpi Apuane: il marmo da cui sono nati grandi capolavori

👉 Cosa vedere in Toscana: le più belle opere d’arte

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Foto 1 ©StevanZz                                                                                                                Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

L’articolo Pietrasanta: record mondiale per densità di gallerie d’arte proviene da TuscanyPeople.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *