Spread the love

Tartufi Australiani

Sebbene l’Australia abbia solo una breve storia nella coltivazione di tartufi, il suo fungo aromatico può ora essere trovato nei ristoranti di alta cucina di tutto il mondo.

La coltivazione del tartufo, un tempo dominio di paesi come Francia, Italia e Spagna, ha messo radici in Australia negli ultimi due decenni.

Approfittando della bassa stagione in Europa, quando è alta stagione nell’emisfero australe, i coltivatori australiani si sono espansi rapidamente da quando il primo pezzo di tartufo è stato raccolto in Tasmania 20 anni fa.

Secondo l’agricoltore Nigel Wood, ora ci sono più di 160 unità produttive in tutto il paese. L’ovest, con fattorie più grandi, vanta la più grande produzione di funghi aromatici. Tuttavia, sono quelli che circondano Melbourne che hanno attirato più attenzione, adottati da molti famosi ristoranti di lusso della città.

Le origini del tartufo australiano provengono dall’Italia e dalla Francia. Ci sono due ragioni dietro la crescente popolarità del tartufo australiano, il primo è il suo ambiente naturale e il suo clima, e il secondo è la sua tecnica agricola e promozione. Il Perigord, considerato il grado più pregiato, è la varietà coltivata principalmente in Australia, mentre il bianchetto (tuber borchii) non è ancora riuscito a farne parte.

Il tartufo rosso di Hill vicino a Melbourne ha iniziato la coltivazione nel 2005. Il proprietario Jenny McAuley ha spiegato che la zona diventa particolarmente fredda durante l’inverno e che tale clima permette al fungo di prosperare lì. “L’ambiente naturale australiano è fantastico. Per coltivare il tartufo, la condizione migliore è avere i primi tre mesi molto caldi e il periodo successivo congelamento. Se la terra è gelata, è ancora meglio.

Qui nello stato del Victoria, la temperatura a gennaio può raggiungere i 20 ° C e scenderebbe a 5 ° C a luglio. In inverno, ci devono essere almeno sette volte di glassa. E durante l’anno occorrono almeno 700 ml di pioggia per far maturare lentamente il tartufo.

Nonostante il vantaggio naturale, gli agricoltori australiani necessitavano ancora dell’esperienza e della tecnica per migliorare la qualità del loro prodotto. “Il terreno in Australia tende ad essere acido a pH 5. Per far crescere il tartufo, viene aggiunta calce per regolare il livello di acidità tra pH 7,9 e 8,4”, ha continuato McAuley. Anche l’acqua per irrigare la terra deve essere potabile dall’uomo per garantire che rientri nella gamma accettata di acidità.

“La più grande sfida per l’Australia è imitare le condizioni dell’Europa. Ad esempio, la nostra estate è meno piovosa, quindi è necessario innaffiare la terra “, ha aggiunto Wood.

Mentre l’Australia diventa sempre più abile nella coltivazione, l’output del tartufo australiano sta salendo. Nel 2020, si prevede che in Australia saranno prodotti 20.000 kg di tartufo, l’80% dei quali sarà esportato per colmare il divario della bassa stagione europea. E la qualità del prodotto australiano è tale che ora appare frequentemente nei migliori ristoranti di tutto il mondo.

11 (credit_ trufflemelbourne.com) .jpg

Tartufo a bizzeffe

Sfruttando al massimo ciò che offre Madre Natura, varie organizzazioni in Australia si impegnano per far avanzare il settore. Wood (nella foto) è il direttore del Melbourne Truffle Food Festival. Dal 2014, il festival ha invitato agricoltori, ristoranti e negozi a partecipare all’evento della durata di tre mesi. Il fungo viene promosso attraverso 50 tour del raccolto e menu speciali.
“Il nostro obiettivo è far capire al pubblico che il tartufo può essere accessibile. È anche l’ingrediente più semplice al mondo da utilizzare. È sufficiente raderne un po ‘su uovo fritto, pasta e toast. A causa del suo aroma forte, non è necessario usarne molto, il che significa che puoi godertelo senza spendere una fortuna “, ha detto Wood.
Ha aggiunto con un sorriso che l’Australia ha anche inventato una birra al tartufo, oltre alla solita pasta al tartufo, olio e sale. La sua fattoria Truffle Paddock è uno dei luoghi che vendono una varietà di prodotti al tartufo.300 I tour del tartufo organizzati da Red Hill Truffle di solito consistono in meno di 14 persone. tour frequente durante l’inverno (gestito dall’agenzia di viaggi MP Experience). I tour del tartufo australiano danno alle persone un’impressione più naturale delle loro controparti europee. In Europa, i tartufi vengono solitamente sepolti dagli organizzatori, poiché la maggior parte dei cacciatori di tartufi europei non possiede la terra e deve richiedere una licenza da parte del governo e del proprietario prima di procedere. Al contrario, le guide turistiche in Australia sono agricoltori e proprietari.

Hanno il diritto di scavare qualunque cosa si trovi sottoterra. L’esperienza è più realistica in questo senso. Il tartufo rosso di Hill Hill, con base a Mornington, non fa eccezione. Ci vuole circa un’ora in auto per arrivarci dal centro città. In una limpida giornata invernale, il proprietario dell’azienda agricola McAuley ha dato il benvenuto a noi 14 con il suo cane Thomas davanti a una piccola capanna di legno. Precedentemente assistente sociale, si è dedicata alla coltivazione del tartufo 13 anni fa. “Devi coltivare il tartufo su un terreno drenante libero. Inoltre, ci vogliono almeno quattro anni per piantare l’albero ospite. “

McAuley ha ammesso che il rischio di gestire una piantagione di tartufi è elevato, poiché non tutti gli alberi o le fattorie producono tartufo. Eppure il suo amore per il fungo gourmet si approfondisce col passare del tempo. Ecco perché ha deciso di farne la sua carriera. <Img alt = “Il cerchio nero che circonda l’albero ospite indica che il tartufo sta crescendo sotto. È noto agli agricoltori come brulé.” Il cerchio nero che circonda l’albero ospite indica che il tartufo sta crescendo sotto. È noto agli agricoltori come brulé. Aromas Of Truffle

“Ecco come appaiono gli alberi del tartufo”, urlano due bambini che hanno fatto parte del mio tour.
È un’idea sbagliata comune che i tartufi crescano sugli alberi. Questo ingrediente costoso è, infatti, un fungo che cresce nel terreno sotto l’albero. Si aggrappa alle radici del suo albero ospite usando ife molto fini. In Australia, gli alberi ospiti più comuni sono il nocciolo, la quercia britannica e la quercia di agrifoglio.
La fattoria che abbiamo visitato era piena di alberi di nocciole, quindi naturalmente le nocciole sono un sottoprodotto lì. Un altro punto da notare è che tutti gli alberi di nocciola erano piuttosto piccoli. È perché la corona degli alberi oscurerebbe il terreno e influenzerebbe la crescita del fungo. “Gli alberi che acquistiamo hanno due anni. Intorno a loro c’è un cerchio nero come terra bruciata. Lo chiamiamo brulé e mostra che il fungo sta crescendo assorbendo i nutrienti dall’albero. “<Img alt =” Il tartufo trova la sua strada verso i piatti con capesante, carciofi e persino dessert al Max’s Restaurant. ” Il tartufo si fa strada verso piatti con capesante, carciofi e persino dessert al Max’s Restaurant.

.”Truffle finds its way to dishes with scallop, artichokes and even desserts at Max’s Restaurant.

6.JPG

Un giro attorno al terreno del tartufo rosso della terra è praticamente una lezione sul fungo. La maggior parte di noi non vedeva l’ora di mettere la mano sul tartufo e farsi un boccone. A cosa dovremmo prestare attenzione durante la selezione?

“Esistono 78 aromi associati al tartufo e ognuno ha un odore diverso. Segui semplicemente il tuo cuore e acquista quello di cui ti senti meglio ”, ha spiegato McAuley con un sorriso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *